Oggi:

2023-01-30 10:17

Italiani e termovalorizzatori: il sondaggio SWG

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Un sondaggio SWG condotto tra il 30 novembre e il 5 dicembre su un campione rappresentativo della popolazione nazionale mostra che il parere degli italiani sui termovalorizzatori inizia ad assumere una connotazione positiva. Gran parte degli italiani riconosce l’efficacia di questi impianti sia nello smaltimento dei rifiuti che nella produzione dell’energia e li considera sia una buona alternativa alle discariche che un buon compromesso tra la necessità di gestire grandi quantità di rifiuti e l’esigenza di ridurre le emissioni. Rimane tuttavia un terzo della popolazione che considera i termovalorizzatori pericolosi per l’ambiente e per la salute.

Nelle zone servite dai 37 termovalorizzatori operativi in Italia, il 70% dei cittadini si dichiara soddisfatto dell’impianto e, in generale, della situazione dello smaltimento rifiuti, esprimendo una valutazione maggiormente positiva rispetto alle aree sprovviste di termovalorizzatori. In quest’ultime, sebbene in percentuali inferiori, prevalgono opinioni positive sull’utilità di questi impianti, con solo il 21% in chiara opposizione e una parte consistente del campione che preferisce non esprimersi sul tema.

Lo studio si sofferma anche sulla questione del termovalorizzatore di Roma, nella prospettiva del resto dell’Italia. Secondo il 25% degli italiani un termovalorizzatore è la soluzione preferibile e anche obiettivamente realizzabile per risolvere il problema dei rifiuti a Roma e un 27% ne riconosce il ruolo fondamentale, ma vi associa la parallela necessità di incrementare la quota di riciclo dei rifiuti.