Oggi:

2019-03-23 12:02

Home

RIFIUTI DI ROMA

Francesco Garofani

La Capitale non ha impianti di smaltimento e non ne vuole. E La Ciociaria si becca l’ampliamento di Roccasecca con il placet della Regione Lazio e del Governo.

RIFIUTI: IL DISASTRO DI ROMA

Giovanni Hermanin*

L’autore, che ha avuto responsabilità di governo e operative negli scorsi decenni, racconta la sua versione su quando, come e perchè la città di Roma e la Regione Lazio hanno rinunciato a governare la gestione dei rifiuti.

GRETA THUNBERG HA RAGIONE, MA SBAGLIA BERSAGLIO

Francesco Costa

Fra i tanti commenti alle manifestazioni degli studenti di venerdì 15 marzo, abbiamo scelto di riproporre l’editoriale del vicedirettore del Post che indaga sulla popolarità delle scelte necessarie a contrastare il cambiamento climatico e sulle responsabilità dei governi

PRATICHE DI FUTURO SOSTENIBILE

Stefano Venier*

La responsabilità ambientale e sociale di un’azienda può orientarsi verso la produzione di valore condiviso conquistando l’engagement di clienti e cittadini; raccontare puntualmente i progetti e i risultati è indispensabile per alimentare il protagonismo di tutti nel cambiamento atteso dalla società e dall’ambiente. Il valore condiviso si fa per “l’insieme” ma, soprattutto, insieme.

POLITICA ED ECOLOGIA

Tommaso Franci

E’ apprezzabile l’iniziativa sulla TAV ma le forzature sui cambiamenti climatici e, soprattutto, la debolezza nell’azione di governo nel Lazio sulla gestione dei rifiuti esprimono subalternità all’ambientalismo ideologico e ai suoi tabù.

ALLARMISMI E BIODIVERSITÀ

Enzo Moretto*

“L’allarme da uno studio tedesco diffuso in tutto il mondo: in trent’anni abbiamo perso l’80% degli insetti e con loro 400 milioni di uccelli per mancanza di cibo”. La notizia, in fondo al TG1 della sera, ci fa sobbalzare e ci manda per traverso la cena. Se fosse vera, meriterebbe i titoli di testa…. Abbiamo chiesto a Enzo Moretto, entomologo e naturalista, direttore di Esapolis e Butterfly Arc di chiarire la situazione, che è davvero allarmante e non ha alcun bisogno di essere “pompata” in modo allarmista.

OLIO DI PALMA SOSTENIBILE

Carlotta Basili

Le campagne di boicottaggio e la diffusione di informazioni parziali o errate riguardo all’olio di palma sono controproducenti rispetto alle produzioni sostenibili. Molto meglio incrementare la certificazione del prodotto e la consapevolezza del consumatore.

LA PROPOSTA DI LEGGE SULL'ACQUA

Cosimo Melella e Carlo Stagnaro

Un Briefing Paper dell’Istituto Bruno Leoni spiega che la proposta di legge sull'acqua non produrrebbe alcun cambiamento sostanziale, ma metterebbe a repentaglio gli investimenti ambientali e costerebbe decine di miliardi allo Stato

FOTOVOLTAICO E CONSUMO DI SUOLO

L’Audizione degli Amici della Terra alle Commissioni Agricoltura e Ambiente del Senato sulle proposte di legge sul consumo di suolo ha messo in luce una delle trasformazioni territoriali più rilevanti del prossimo futuro, quella dovuta alla diffusione delle nuove fonti di energia rinnovabile, in particolare il fotovoltaico. La proposta degli Amici della Terra è quella di liberalizzare l’autoconsumo su coperture già esistenti.

DISPERSIONE DELLE PLASTICHE

Carlotta Basili

L’autrice ha compilato un quadro dei termini del problema delle microplastiche e una rassegna di ciò che si è scoperto e di ciò che ancora non si sa.

DEMOGRAFIA

James Hansen

Dalla newsletter “Nota Diplomatica” riprendiamo un articolo che in modo semplice, con la forza dei dati, ribalta convinzioni catastrofiste consolidate. Ora, si pone un nuovo dibattito: dove si fermerà il pendolo della stabilizzazione demografica?

TRANSIZIONE ENERGETICA

Alessandro Clerici*

Il presidente onorario di Wec Italia e Fast ci propone l’articolo “Decarbonizzazione e transizione energetica”, uscito sul n°6 - 2018 della rivista “L’Energia Elettrica”, con alcuni aggiornamenti ed aggiunte che tengono conto, fra l’altro, della presentazione del Piano Nazionale Energia e Clima e dei consumi elettrici 2018 nell’ Unione Europea.

TG2 DOSSIER SUI RIFIUTI

Può sembrare strano che noi si faccia la pubblicità a un gigante come la Rai. Ma il Tg2 Dossier di cui vi riproponiamo l’ascolto e la visione, in un panorama dell’informazione frammentario e pressapochista, costituisce un’eccezione che vale la pena valorizzare. Anche perché è andato in onda a mezzanotte e può essere sfuggito a molti.

(NON) GESTIONE DEI RIFIUTI A ROMA

Monica Tommasi

AUTO ELETTRICHE

Emanuele Regalini *

Quanto costa oggi ricaricare un veicolo elettrico in Italia? E’ un quesito frequente tra coloro che si accingono a valutarne l’acquisto e la risposta non sempre è immediata a causa delle diverse opzioni di ricarica - in ambiti pubblici o privati – cui corrisponde un diverso costo.

Ai sensi della normativa europea, il servizio di ricarica di veicoli elettrici in luoghi aperti al pubblico deve svilupparsi in concorrenza[1]. Pertanto, la determinazione dei prezzi di ricarica in questi contesti può non discendere necessariamente dai prezzi dell’energia elettrica e dalle tariffe regolate da ARERA: costo della ricarica e prezzo di vendita del servizio sono due concetti da tenere ben distinti. A conferma di ciò, si evidenzia come siano in costante crescita sia le proposte per contratti di ricarica offerte da aziende dette “mobility service providers”, che non coincidono con venditori di energia, sia i punti di ricarica pubblici che sono realizzati ampliando gli impianti elettrici preesistenti presso esercizi commerciali di varia natura (supermercati, hotel, ristoranti, stazioni di servizio, ecc.) e, dunque, non utilizzano una connessione alla rete elettrica dedicata esclusivamente a questo scopo.

Questo articolo – sintesi divulgativa di una dettagliata scheda tecnica pubblicata da ARERA sul proprio sito internet[2] – già pubblicato su “L'Energia.Elettrica” (n.6/2018 ) fornisce ai consumatori alcune coordinate generali e un modello di analisi unificato per orientarsi in questo vasto panorama di opzioni e costi associati, accennando ai principali meccanismi tariffari che influenzano il costo del servizio di ricarica e analizzando in dettaglio alcuni esempi concreti.