Oggi:

2021-01-26 22:51

Home

SCORIE RADIOATTIVE

Alberto Clò*

Ripubblichiamo da RivistaEnergia.it il commento lucido ed essenziale del professor Alberto Clò alla pubblicazione della Carta sulle aree potenzialmente idonee ad accogliere il deposito nazionale dei nostri rifiuti radioattivi. Clò ricorda sinteticamente i ritardi che hanno riguardato questa decisione negli ultimi 17 anni, in gran parte determinati da atteggiamenti irresponsabili della classe politica, dei mezzi di informazione ma anche della cosiddetta società civile. A questo proposito, ci teniamo a ricordare che gli Amici della Terra, ambientalisti e antinucleari della prima ora, su questo argomento, hanno sempre tenuto la barra ferma nel reclamare una soluzione sicura alle poche scorie prodotte, ai rifiuti derivati dallo smantellamento delle centrali e dalle normali attività di ospedali e centri di ricerca. Fu il nostro fondatore Mario Signorino, da presidente dell’Anpa, l’ente tecnico allora responsabile dei controlli, a porre per primo, nel 1995, un problema che nessuno voleva affrontare. E gli Amici della Terra, da soli fra gli ambientalisti, denunciarono la proposta sbagliata di Scansano nel 2003 e le proteste sbagliate che le vennero opposte. In questi anni non hanno mai mancato di denunciare ritardi colpevoli e opposizioni capziose . Oggi, ci auguriamo che il percorso di consultazione pubblica possa aiutare a definire una localizzazione opportuna e a superare le residue resistenze pregiudiziali a quello che, oltre ad essere un impianto irrinunciabile per la sicurezza pubblica, potrebbe rappresentare anche un polo di ricerca attrattivo di qualificate professionalità.

EOLICO E REGNO UNITO

Alberto Cuppini

Ma siamo solo noi, in tutta Europa, a restare sconcertati difronte alla prospettiva di affidare le sorti dell’intero approvvigionamento energetico alle fonti rinnovabili elettriche intermittenti e in particolare all’eolico? A seguire i media italiani si direbbe di sì. Ma non è così. Alberto Cuppini, animatore della Rete di Resistenza sui Crinali legge, traduce e raccoglie numerosi commenti sulla stampa di tutto il mondo. In questo articolo, riferisce di uno fra i più autorevoli, quello di Dominic Lawson sul The Sunday Times di dieci giorni fa.

ECONOMIA CIRCOLARE

Cosimo Bruni*

L’autore fa una rassegna degli approcci al riciclo delle plastiche in un quadro industriale, al fine di valutare i possibili percorsi del “riciclo chimico” delle plastiche provenienti dalle raccolte differenziate.

SCENARI DI EFFICIENZA ENERGETICA

Marco Golinelli*

Un recente studio, allineato allo scenario energetico europeo più ambizioso dal punto di vista degli obiettivi di decarbonizzazione, illustra i vantaggi economici, ambientali e operativi della cogenerazione, una tecnologia efficiente che può rendere più flessibili i sistemi energetici europei e favorirne l’integrazione.

BIOLOGIA DELLA FAUNA SELVATICA

Ufficio Stampa Cnr

Ricercatori dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr e dell’Istituto per la ricerca e la protezione ambientale (Ispra) hanno pubblicato sulla rivista Wildlife Biology una ricerca sulle metodiche utilizzabili per il monitoraggio delle popolazioni di cinghiali. Si aprono così nuove strade per una gestione sostenibile della specie e per la protezione delle colture e degli allevamenti.

EOLICO E NUOVI ARROGANTI

Monica Tommasi

Il Presidente di Legambiente Ciafani, dalle pagine di un inserto del Corriere della Sera, ha insultato gli Amici della Terra, colpevoli di opporsi all’arroganza con cui i suoi sodali dell’industria eolica pretendono di trasformare l’Italia e i suoi paesaggi. La presidente Tommasi ha risposto, in modo misurato ma netto, replicando all’incredibile diktat “così dovrà cambiare il paesaggio italiano”.

EOLICO E PAESAGGIO

Carlo Alberto Pinelli

L’autore, regista, scrittore e storico dirigente di Mountain Wilderness, esprime in questo articolo un appassionato tentativo di far comprendere il valore irrinunciabile del paesaggio e la portata dello stravolgimento a cui sarebbe condannato il territorio italiano col proliferare di pale eoliche.

EOLICO E BIODIVERSITA’

Fabio Modesti

L’Europa si è accorta che il Green Deal può entrare in conflitto con le proprie stesse strategie di protezione della natura ed ha emanato documentazione guida e comunicazioni per la corretta pianificazione delle fonti rinnovabili. Si tratta di atti minimali di cui, tuttavia, le istituzioni competenti in Italia non sembrano essersi nemmeno accorte.

GREEN DEAL E RECOVERY FUND

Davide Tabarelli

Incuriositi dalle analisi realistiche e impietose del presidente di Nomisma Energia sul Sole 24 Ore circa gli obiettivi e i criteri dei principali programmi europei, gli abbiamo chiesto un approfondimento. Ma il professor Tabarelli non ci da soddisfazione e sembra dare per scontato che non esista alternativa fra gli stereotipi europei che affidano la decarbonizzazione alla moltiplicazione di pale eoliche e la disinvolta crescita delle economie Usa e Asia.

COSTI AMBIENTALI E SOCIALI DELLE NUOVE TECNOLOGIE

Giovanni Brussato

Una serie di dichiarazioni dei capitani delle maggiori industrie automobilistiche ha allarmato il mercato sulle magnifiche sorti e progressive di uno sviluppo accelerato dell’auto elettrica. Sul sito della Rete di Resistenza sui Crinali, l’autore raccoglie e confronta i risultati delle analisi del ciclo di vita delle batterie, punto critico della transizione ad una mobilità sostenibile

Redazione

Beniamino Bonardi se n’è andato domenica 6 dicembre, assistito in casa dalla sua famiglia, dopo un breve ricovero e una diagnosi che non lasciava scampo. Pochi dei lettori dell’Astrolabio lo conoscevano di persona, molti hanno apprezzato la professionalità, il rigore, la capacità di sintesi e di completezza che metteva nel suo lavoro.

XII CONFERENZA NAZIONALE SULL’EFFICIENZA ENERGETICA

Redazione

La terza e la quarta sessione della XII Conferenza Nazionale sull’Efficienza Energetica degli Amici della Terra hanno trattato rispettivamente di Certificati Bianchi e di Carbon Border Adjusment Mechanism, due temi di grande attualità e importanza per le imprese italiane ed europee che potrebbero incidere profondamente sui programmi di ripresa ma su cui il dibattito pubblico è veramente carente. Sull’uno e sull’altro argomento preoccupa l’assenza del Governo italiano, atteggiamento che non favorisce la trasparenza delle decisioni. I video integrali, le presentazioni e i materiali della conferenza sono già disponibili in download sul sito degli Amici della Terra

EOLICO E FOTOVOLTAICO A TERRA

Fabio Modesti

Mai come ora il territorio pugliese è interessato da una valanga di progetti per la realizzazione di impianti eolici e fotovoltaici. Enti locali e Regione in difficoltà cercano di arginare l’ulteriore occupazione di suolo negando le autorizzazioni. Aumentano i contenziosi presso la giustizia amministrativa. Dal blog di Fabio Modesti, naturalista e giornalista, conoscitore del territorio pugliese, abbiamo tratto il resoconto documentato di un vero e proprio assalto.

GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI

Gianluca D’Aquila*

Dare nuova vita ai rifiuti è un obiettivo al centro della sfida per attuare un’economia più circolare. Con la tecnologia Waste to Fuel (W2F), sviluppata e brevettata da Eni, si ottiene bio olio e bio metano dai rifiuti organici urbani, recuperando l’acqua naturalmente contenuta al loro interno. Il cuore del processo è la termoliquefazione, un trattamento che trasforma la biomassa in una sorta di “petrolio”.

SELVICOLTURA E PAESAGGIO

Maurizio Conticelli*

Selvicoltura e Paesaggio dovrebbero coesistere in armonia sul territorio italiano come perfetta espressione di sviluppo ambientalmente sostenibile. Ma se la tutela viene esercitata in modo burocratico e i vincoli escludono irragionevolmente ogni attività forestale, si rischia di creare un conflitto con le comunità rurali e montane che dai boschi traggono anche, legittimamente, un reddito.