Oggi:

2022-12-08 21:16

Home

XIV CONFERENZA NAZIONALE PER L’EFFICIENZA ENERGETICA

Monica Tommasi

Si è tenuta a Roma, il 5 e 6 dicembre, nella cornice di Palazzo Baldassini, la XIV Conferenza per l’efficienza energetica. La registrazione, le relazioni, le presentazioni saranno presto disponibili nella pagina dedicata del sito degli Amici della Terra. Pubblichiamo il testo integrale della relazione introduttiva della presidente dell’associazione che rende esplicita la critica alle politiche energetico climatiche europee e nazionali e invita la politica a una loro revisione profonda attraverso la chiave di lettura dell’efficienza e della lotta agli sprechi di energia e di risorse materiali ed economiche

SPAZZATURA COSMICA

Matteo Onori e Carlotta Basili

Le orbite attorno alla Terra sono ormai sature: nuove mega-costellazioni di satelliti, frammenti di collisioni, veicoli spaziali in disuso. Proliferano anche linee guida per salvaguardare il futuro dell’uomo nello spazio, ma ancora manca uno impegno globale e sistematico per la sua pulizia. Il lancio di ClearSpace-1 nel 2025 cambierà le cose o sarà già troppo tardi?

RECENSIONE

Dietro al cibo che mangiamo ogni giorno c'è tanto lavoro, e una continua innovazione è fondamentale per portare sulle nostre tavole alimenti di qualità. Nel libro di Deborah Piovan dodici interviste a donne che si occupano di agricoltura a vario titolo per scoprire il dietro le quinte di questo percorso. Questa recensione è ripresa dal portale AgroNotizie.

VERSO LA XIV CONFERENZA PER L’EFFICIENZA ENERGETICA

Redazione

Qualche buona notizia dalla COP 27: la UE sottoscrive accordo importatori/esportatori per ridurre le emissioni metano. Gli Amici della Terra: “Ora la Ue recepisca questi nuovi impegni e l’Italia adotti il Piano nazionale per ridurre le emissioni di metano nei nuovi approvvigionamenti di gas naturale dall’estero”.

GOVERNO DELLA DOMANDA DI ENERGIA

Carlo Stagnaro*

L’autunno meteorologicamente caldo ha solo rinviato gli effetti più gravi di una crisi energetica che ha preceduto la guerra e che durerà a lungo perché ha cause molteplici e profonde. Tuttavia, anche per fronteggiare l’emergenza, e persino per calmierare i prezzi, il risparmio di energia si rivela fra gli strumenti più importanti a disposizione dei cittadini nel proprio interesse e in quello della collettività. In attesa di politiche energetiche più sagge.

INSOSTENIBILI SPRECHI

Chicco Testa

C’è una miniera di energia nei rifiuti urbani e speciali che non dovremmo sprecare. Con questo articolo apparso sul Giornale di Sicilia del 10 novembre scorso, Chicco Testa riassume il contenuto del rapporto di Assoambiente “Dalla gestione rifiuti una spinta verso l’autosufficienza energetica” sul contributo che potenzialmente potrebbe arrivare dal settore dei rifiuti per attenuare la crisi energetica e per sostituire una percentuale significativa di combustibili fossili.

ECONOMIA CIRCOLARE

Donato Berardi, Francesca Casarico, Samir Traini, Nicolò Valle, Barbara Zecchin*

I fanghi della depurazione degli scarichi civili sono una risorsa preziosa da cui recuperare materia ed energia. Le strategie di gestione europee e italiane spingono per una loro valorizzazione, ma la loro piena implementazione si scontra con una disciplina di settore datata e incompleta, resa ancora più complessa in Italia da interventi regionali non coordinati. Urge disporre di normative aggiornate. Pubblichiamo un ampio stralcio del recente Position Paper del Laboratorio Ref ricerche.

TERMOVALORIZZATORE A ROMA

Rosa Filippini e Francesco Capone

Uno studio epidemiologico dell’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) milanese dimostra una volta in più che i termovalorizzatori sono gli impianti industriali più sorvegliati per gli aspetti di sicurezza sanitaria e di inquinamento ambientale. Ma Legambiente cerca di manipolarne i risultati per opporsi alla realizzazione dell’impianto romano creando allarme fra la popolazione.

I MATERIALI PER LE PALE EOLICHE

Giovanni Brussato

In prossimità della COP27, esplode l’ansia da prestazione dei “profeti del vento”. Ma sapevate che per fare le pale eoliche è aumentato il traffico illegale di legname pregiato dall’Amazzonia? L’autore documenta l’ennesimo danno ambientale e sociale dovuto all’accelerazione irrazionale delle politiche di transizione energetica e alla mancata considerazione dei loro impatti.

VERSO LA XIV CONFERENZA PER L’EFFICIENZA ENERGETICA

Antonio Caputo*

Il quadro informativo sulle emissioni di metano in Italia, in tutti i settori rilevanti, ha fatto un salto di qualità con il recente rapporto di ISPRA “Il metano nell’inventario delle emissioni di gas serra – L’Italia e il Global Methane Pledge”. Una parte specifica è dedicata all’approfondimento dei dati inerenti le emissioni fuggitive della filiera del gas naturale. Il rapporto sarà presentato dall’autore nella IV sessione della Conferenza per l’efficienza energetica, nel pomeriggio di martedì 6 dicembre prossimo, a Roma. Di seguito pubblichiamo stralci dell’introduzione.

EOLICO E RAI TV

Rosa Filippini

Il Presidente dell’associazione delle imprese eoliche minaccia la Rai che per una volta (sic!), attraverso la libera espressione artistica del regista Francesco Amato, ha osato scalfire il mito delle rinnovabili a tutti i costi. Ma il sostituto procuratore Imma Tataranni, campione di ascolti, è una tosta che non si farà certo intimidire.

RISPARMIO DI GAS PER RISCALDAMENTO

Angelo Spena*

L’autore ha confrontato i consumi di gas per riscaldamento e di elettricità per la luce, nei mesi invernali, con o senza ora legale. Sorpresa: facendo bene i conti si scopre che è meglio mantenere l’ora solare e ritardare le attività (e, di conseguenza, il riscaldamento degli edifici) per sfruttare al massimo il calore diurno, risparmiare gas e mantenere il comfort.

ESTRAZIONI MINERARIE

Giovanni Brussato

Le isole del Pacifico Nauru, Tonga e Kiribati strumentalizzate dalle compagnie minerarie per accelerare l’emanazione degli atti che consentiranno il rilascio delle concessioni minerarie negli oceani, in cambio di qualche briciola che deriverà loro dai contratti stipulati.

COLONNINE DI RICARICA E ALTRI PRELIEVI

Emanuele Regalini*

ARERA si appresta a definire il ruolo delle reti elettriche in previsione di una diffusione capillare delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche. Per questo ha previsto una consultazione formale in due fasi: una prima con cui descrivere il quadro di riferimento e tracciare le possibili evoluzioni future e una seconda nella quale presentare le proposte di aggiornamento della regolazione più idonee.