Oggi:

2022-12-02 05:10

Riordino Ministeri e Comitati interministeriali

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il Decreto-Legge 11 novembre 2022, n. 173 (GU n. 264 dell’11 novembre), in vigore dal 12 novembre 2022, ha riorganizzato le attribuzioni, le funzioni e le competenze dei Ministeri.

Tra le modifiche introdotte si segnala il cambio nome del Ministero per la Transizione Ecologica che è diventato “Ministero dell'Ambiente e della Sicurezza energetica”, del Ministero dello sviluppo economico, ora “Ministero delle imprese e del made in Italy”, del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, che è stato rinominato in “Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e forestale” e del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, che è diventato “Ministero delle infrastrutture e dei trasporti”.

Il Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica (MASE) conserva le sue funzioni originarie ed aggiunge le competenze in materia di sicurezza energetica, ossia dovrà provvedere all’individuazione e all’attuazione delle misure atte a garantire la sicurezza, la flessibilità e la continuità degli approvvigionamenti di energia. Tali competenze saranno svolte attraverso il CITE, il Comitato interministeriale per la transizione ecologia, previsto e regolato nel D.Lgs. n.152/2006, i cui compiti e la cui composizione è ora ampliata con il DL 173/2022.

Il Decreto 173/2022 modifica inoltre il D.Lgs 30 luglio 1999, n. 303 (Ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri) inserendo l’articolo “Art. 4-bis” che istituisce presso la Presidenza del Consiglio dei ministri il Comitato interministeriale per le politiche del mare (CIPOM), con il compito di assicurare, ferme restando le competenze delle singole amministrazioni, il coordinamento e la definizione degli indirizzi strategici delle politiche del mare.