Oggi:

2020-08-05 13:05

Per i grandi distributori scatta l’obbligo di ritirare gratuitamente i rifiuti elettrici ed elettronici fino a 25 cm

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Dal 22 luglio, tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche inferiori a 25 cm (come telefoni cellulari, tablet, smartphone, phon e rasoi), quando non più utilizzabili, potranno essere portate gratuitamente presso i distributori con superficie superiore ai 400 metri quadri, che avranno l'obbligo di raccoglierle senza che il cittadino debba acquistare altri prodotti analoghi. Si tratta dell’1 contro 0, cioè del ritiro dell’usato da parte dei grandi distributori, anche senza alcun nuovo acquisto, introdotto dal decreto del ministero dell’Ambiente 31 maggio 2016, n. 121, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 luglio. Nel caso dei distributori più piccoli, sotto i 400 metri quadri, il ritiro sarà facoltativo.

Per i distributori, gli oneri derivanti dalla gestione dei rifiuti conferiti presso i loro locali sono stati semplificati e in parte allineati con quanto già previsto dalle modalità di raccolta “1 contro 1” in vigore dal 2010. Sono disciplinate le caratteristiche del punto di raccolta messo a disposizione dei cittadini, che dovrà essere liberamente e facilmente fruibile, essere adeguatamente segnalato e riportare visibilmente l’indicazione delle tipologie di RAEE conferibili. Nel decreto sono anche indicate le modalità con le quali allestire, nelle pertinenze del locale vendita, un deposito preliminare in cui conferire i RAEE prima del loro ritiro da parte degli operatori, per il successivo invio a recupero. Gli adempimenti che garantiscono la corretta tracciabilità dei rifiuti sono stati semplificati per facilitare la rapida diffusione del sistema di raccolta.