Oggi:

2020-10-31 20:07

Nuove idolatrie

di: 
Rosa Filippini

"Io credo nel fotovoltaico".  E' la pubblicità di una impresa italiana di impianti fotovoltaici, che ha circolato in questo periodo sulla carta stampata e che ora è stata vietata per offesa ai sentimenti religiosi.

Non sono bacchettona ma anche a me sono parse di cattivo gusto la rappresentazione di sentimenti religiosi e l'evocazione della divinità a fini di marketing, senza un ombra di ironia, senza un ammiccamento che attenui il sapore grottesco di questa professione di fede. 

E il testo è ancora peggio: "vivere green è una filosofia di vita che va oltre il 'credo' religioso".
Addirittura oltre?

Io pensavo che gli apparecchi e, in generale,  le tecnologie, come tutte le merci, si potessero comprare, vendere, confrontare, scegliere. Insomma, che si potesse discuterne. Gli Stati Generali della Green Economy mi sembravano già una forzatura ideologica.  Ma è chiaro che mi sbagliavo. Col nuovo dio sul tetto, la fede dilaga: non  basta essere politicamente corretti, bisogna "credere".

Complimenti! Chiaro,

Complimenti!
Chiaro, sintetico e pungente il giusto.
Purtroppo diversi settori "green" sono oramai pervasi da ideologia, se non addirittura da un approccio religioso. Nulla in contrario ad entrambe che pero', quando vivono al di fuori dei rispettivi ambienti, rischiano di fare grandi danni.... alle Fonti Rinnovabili stesse, in questo caso.