Oggi:

2020-08-05 13:02

Tre nuovi decreti sull’efficienza energetica degli edifici

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Il governo ha approvato tre nuovi decreti in materia di efficienza energetica degli edifici, che entreranno in vigore il prossimo 1° ottobre e che, completando il quadro normativo, dovrebbero essere in grado di soddisfare i rilievi sollevati dalla Commissione europea.

Il primo decreto definisce le nuove modalità di calcolo della prestazione energetica e i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione. Un secondo decreto adegua gli schemi di relazione tecnica di progetto al nuovo quadro normativo, in funzione delle diverse tipologie di opere: nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, riqualificazioni energetiche. Il terzo decreto aggiorna le linee guida per la certificazione della prestazione energetica degli edifici (APE).

Il Ministero dello sviluppo economico afferma che “con l’emanazione di questi provvedimenti si compie un passo importante verso l’incremento degli edifici ad energia quasi zero. Infatti, a partire dal 1 gennaio 2021 i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazioni significative dovranno essere realizzati in modo tale da ridurre al minimo i consumi energetici, coprendoli in buona parte con l’uso delle fonti rinnovabili. Per gli edifici pubblici tale scadenza è anticipata al 1 gennaio 2019”.