Oggi:

2024-07-13 10:50

End of waste: alla firma decreto su prodotti assorbenti

QUEL CHE C'È DA SAPERE

L’8 settembre il viceministro all’Ambiente e Sicurezza Energetica, Vannia Gava, ha annunciato che è alla firma un decreto che modifica la disciplina per la cessazione della qualifica di rifiuto dei prodotti assorbenti per la persona (PAP). L’obiettivo del provvedimento è quello di aumentare i volumi recuperati e reimmessi sul mercato, diminuire il ricorso alla discarica per questo tipo di rifiuti e garantire una migliore circolarità e tutela ambientale.

In Italia, si legge in una nota del MASE, i rifiuti provenienti da PAP rappresentano circa il 4%, composti prevalentemente da sostanze non biodegradabili e, pertanto, dal forte impatto ambientale. Nel 2020 circa il 71% è stato smaltito in discarica e il 29% tramite incenerimento. L’unica strada per recuperarli è la cessazione della qualifica di rifiuto.

Il provvedimento, voluto dal viceministro, giunge all’esito di un proficuo confronto con strakeholders e istituzioni deputate, continua la nota. Le modifiche introdotte, superando di fatto le criticità emerse con la nuova legislazione comunitaria, consentiranno di ampliare notevolmente i volumi di PAP recuperabili e assoggettabili alla disciplina end of waste per la loro trasformazione e reintroduzione sul mercato in materie prime seconde.