Oggi:

2018-08-18 06:22

Francia, 21 centrali nucleari su 58 ferme per manutenzione ordinaria e controlli straordinari

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Avis de grand froid sur le parc nucléaire français”, scrive Les Echos nel dare la notizia dell’ultima richiesta dell’Autorità francese per la sicurezza nucleare (ASN) all’Edf di fermare entro tre mesi cinque reattori, senza aspettare la manutenzione programmata, a causa dell’eccessiva presenza di carbonio individuata in  centrali con analoghi generatori di vapore. Le parti oggetto del controllo sono state fabbricate dall’azienda giapponese JCFC per conto di Areva.

Con queste ultime cinque, salgono a 21 su un totale di 58 le centrali nucleari francesi ferme: nove per manutenzione ordinaria e dodici per controlli straordinari su alcuni componenti. I 58 reattori nucleari forniscono più di tre quarti dell’elettricità prodotta dalla Francia, che quest’autunno si troverà al suo punto più basso di produzione da questa fonte, con maggiori necessità di importare elettricità. A settembre, prima dell’ultima decisione dell’ASN, la produzione nucleare francese era scesa a 26,6 TWh, il livello minimo dall'agosto 1998, con conseguenti turbolenze nei prezzi dell’elettricità in tutta Europa.