Oggi:

2022-12-02 04:35

Energia: il pacchetto di documenti della Commissione UE

QUEL CHE C'È DA SAPERE

La Commissione europea ha pubblicato il 15 novembre una serie di relazioni e documenti che accompagnano la settima relazione sullo stato dell'Unione dell'energia, pubblicata il 18 ottobre.

In totale, la Commissione ha pubblicato 2 comunicazione, 5 relazioni e un regolamento di esecuzione che trattano dei progressi compiuti nell'attuazione dell'Unione dell'energia, di competitività, sovvenzioni energetiche e del raggiungimento degli obiettivi del 2020 e dei prossimi aggiornamenti dei Piani Nazionali per l'Energia e il Clima (PNIEC) degli Stati membri.

La Comunicazione “Guida agli Stati membri per l'aggiornamento dei piani nazionali per l'energia e il clima 2021-2030” offre agli Stati Membri una bozza di orientamento su come i paesi dell'UE dovrebbero aggiornare i propri piani entro giugno 2023. Gli aggiornamenti dei PNEC sono volti a stimolare gli investimenti necessari per raggiungere gli obiettivi e dovrebbero anche rafforzare la resilienza e l'accessibilità economica del sistema energetico.

La Comunicazione “Linee guida sulla condivisione dei costi e dei benefici nei progetti transfrontalieri di cooperazione nel settore delle energie rinnovabili” fornisce indicazioni su come trovare soluzioni reciprocamente vantaggiose per raggiungere obiettivi di energia rinnovabile sia individuali che collettivi.

Il “Rapporto sul raggiungimento degli obiettivi 2020 per le energie rinnovabili” conferma che l'UE ha raggiunto una quota del 22,1% di energia rinnovabile nel consumo finale lordo di energia nel 2020, superando così l'obiettivo del 20% fissato dalla direttiva sulle energie rinnovabili del 2009. La “Relazione sul raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica al 2020” che conferma il raggiungimento degli obiettivi UE complessivi di efficienza energetica del 20% per il 2020 sia per il consumo di energia primaria che per quello finale, rispetto ai livelli di consumo previsti. La “Relazione sui sussidi energetici nell'UE” mostra che le sovvenzioni energetiche ammontano a 173 miliardi di euro nel 2020 con un aumento del 7% rispetto al 2015, con i fondi per le rinnovabili in aumento del 15% a 81 miliardi e l'efficienza energetica +20% a 15 miliardi, mentre sono in calo dell'1,5% quelli per i combustibili fossili a 50 miliardi di euro. La “Relazione sullo stato di avanzamento della competitività delle tecnologie per l'energia pulita” evidenzia la necessità di maggiori investimenti pubblici e privati nella ricerca, anche se la UE ha confermato la leadership nel settore eolico in termini di R&I e resta uno dei più grandi mercati per il fotovoltaico. Infine, la “Relazione sull'andamento del sostegno all'energia elettrica da fonti rinnovabili mediante procedure competitive” mostra che l'introduzione delle gare d'appalto per le energie rinnovabili è stato un chiaro successo per l'UE, con la riduzione dei costi del 4,7% per il solare e del 14% per l'eolico onshore.

Il Regolamento di attuazione su struttura, formato, dettagli tecnici e procedura per le relazioni intermedie sui Piani nazionali integrati sull'energia e il clima offre agli Stati Membri un modello per le relazioni sullo stato di avanzamento, previste entro marzo 2023.