Oggi:

2022-05-28 00:03

Home

UN TERMOVALORIZZATORE PER ROMA

Rosa Filippini

Lo so che non è trendy dire “Noi l’avevamo detto!”. Mi accorgo ora che, scrivendo questo editoriale con l’obiettivo di sintetizzare le ragioni in favore del termovalorizzatore per Roma, ho inserito un gran numero di link a posizioni, iniziative e commenti - nemmeno tutti quelli espressi! - che gli Amici della Terra hanno avanzato per anni sulla gestione dei rifiuti a Roma, apparentemente inascoltati e isolati. Perdonatemi. Sarà certamente una botta di autocompiacimento senile.

PLASTICHE E BIODIVERSITA’

Agostino Brusco

Quanti e quali rifiuti restano depositati sulle spiagge e qual è il loro impatto sulla biodiversità e gli habitat di un tratto di costa protetto da una riserva regionale? Raccogliere i rifiuti con cadenza periodica e costante e associare a questa attività una vera e propria ricerca sull’entità e la gravità del fenomeno è il contenuto del progetto beach litter. Il direttore delle Riserve naturali regionali del Lago di Tarsia e della Foce del fiume Crati ha condotto il progetto e ce ne presenta i risultati.

GAS E PETROLIO NAZIONALI

Chicco Testa

Torniamo a parlare di sfruttamento domestico del gas naturale e, visto l’esito deludente del PiTESAI, lo facciamo con un editoriale di Chicco Testa, pubblicato da il Foglio nei giorni scorsi. L’autore mette in chiaro che, se l’indipendenza energetica torna ad essere un obiettivo irrinunciabile, essa non sarà certamente assicurata dalle fonti rinnovabili, capaci di incidere solo sul 20% dei consumi e a caro prezzo.

TRANSIZIONE ENERGETICA

Michele Manfroni*

Dal Blog della Rivista Energia riprendiamo la seconda parte di un interessante approfondimento su un fatto che è sotto gli occhi di tutti ma di cui nessuno sembra prendere atto, cioè che, nonostante gli ingenti investimenti, la penetrazione delle rinnovabili in 30 anni è stata irrilevante; stiamo diventando una società più carbon intensive, non meno. L’autore spiega che, contrariamente a quanto si va dicendo da quando è iniziata la guerra in Ucraina, decarbonizzare sostituendo fossili con rinnovabili per assicurarci l’indipendenza energetica non ha alcun senso: le rinnovabili non sostituiscono i combustibili fossili, ma, anzi, è possibile installarle solo grazie ad essi.

RECENSIONE

Giovanni Brussato

Leggere un libro che affronta la complessità della questione energetica con una analisi puntuale, supportata da esperienza e dati, è – ancora - il miglior sistema disponibile contro le fake news, comunque la si pensi sull’uso delle diverse tecnologie.

RECENSIONE

Federico Migliorati

Riprendiamo da www.primaBrescia.it  una bella recensione del libro del presidente del club degli Amici della Terra del Lago d’Idro e della Val Sabbia. Un libro che rende con efficacia il senso e l’impegno nella difesa di un territorio: l’ambientalismo che ci piace.

ROMA COMINCIA A GESTIRE I RIFIUTI?

Nasce “Daje!” il Comitato pro termovalorizzatore di Roma. Obiettivo del movimento d’opinione: appoggiare la scelta del sindaco Gualtieri di dotare la Capitale di una tecnologia waste to energy che chiuda il ciclo dei rifiuti.
Le indicazioni per aderire.

OPPORTUNITÀ POLITICHE E PROGETTAZIONE AMBIENTALE

Lighea Speziale e Lorenzo Ceccherini

Abbiamo chiesto ai nostri collaboratori che hanno seguito a Bruxelles per conto del CEWEP (Confederation of European Waste-to-Energy Plants) tutto il percorso di revisione delle BAT Conclusions per il settore dell’incenerimento dei rifiuti, di elencare delle raccomandazioni utili perché Roma Capitale inizi con il piede giusto la lunga marcia per dotarsi di un termovalorizzatore adeguato alle proprie dimensioni e funzioni, come tutte le altre grandi capitali europee.

GESTIONE DEL TERRITORIO

Donovan M. Baldassarri

Da due anni gli Amici della Terra partecipano al progetto MED4EBM con l’obiettivo di promuovere la gestione ecosistemica nelle zone marino costiere. I primi risultati del progetto, che coinvolge oltre all’Italia anche Giordania, Libano e Tunisia, verranno presentati i prossimi 12 e 13 maggio a Sibari (Cosenza) in occasione dell’inaugurazione del “Forum Mediterraneo per la Gestione Ecosistemica Applicata”, centro permanente per la condivisione di esperienze e conoscenze e per il supporto all’applicazione di metodi e strumenti di gestione.

LETTERA APERTA AL MINISTRO CINGOLANI

Dopo questa lettera della presidente degli Amici della Terra e altre autorevoli proteste, il nuovo decreto del Governo “Aiuti” ridefinisce le tempistiche dei procedimenti del MiTE alterate a causa dello sconcertante blocco – da un mese! - del portale VAS-VIA-AIA. Ma i problemi di trasparenza del Ministero verso il pubblico restano tutti. In particolare, per ciò che riguarda le cosiddette semplificazioni degli impianti rinnovabili. Pubblichiamo il testo integrale della lettera aperta che Monica Tommasi ha inviato al ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani a proposito dell’impossibilità di interlocuzione dei cittadini e delle associazioni con gli uffici del MiTE.

RINNOVABILI E TUTELA DEL PAESAGGIO

Da Staffetta Quotidiana riprendiamo la cronaca dell’audizione sulle autorizzazioni di eolico e fotovoltaico della Direttrice Generale del Ministero della Cultura Gallone in Commissione parlamentare per le Semplificazioni: dai progetti col ciclostile ai falsi miti sull'inerzia, dalle mancanze delle Regioni all'insufficienza dell'organico, emerge un quadro assai diverso da quello dipinto dalla lobby rinnovabilista e avallato in modo acritico da giornali e tv. Consigliamo vivamente la lettura del dossier consegnato ai parlamentari e la visione integrale dell’audizione per comprendere quanto i mezzi di informazione - per insipienza, conformismo, servilismo (o anche peggio) - possano farsi veicolo di denigrazione gratuita e strumento di una speculazione sfrontata e arrogante.

COLTURE STRATEGICHE E CONSUMO CONSAPEVOLE

Carlotta Basili

L’Organizzazione dell’olio di palma sostenibile rappresenta un’esperienza di grande valore economico, culturale e politico che, in Italia, ha coinvolto con successo gli utilizzatori e i distributori. Un’esperienza da sostenere, ora che l’olio di palma diventa il più probabile e competitivo sostituto dell’olio di girasole, le cui culture in Ucraina sono messe a rischio dalla guerra.

AGRICOLTURA IN TEMPO DI GUERRA

Fabio Modesti

Tra le risorse importanti che verranno a mancare in Italia a causa della guerra in Ucraina, ci sono grano e mangimi. In Puglia si propone di ovviare al problema tornando a coltivare campi abbandonati, preferendo “correggere” il Piano paesaggistico, piuttosto che prendere in considerazione l’utilizzo di biotecnologie di ultima generazione, che invece potrebbero coniugare la produzione di risorse e la protezione dell’ambiente. Tratto dal Corriere del Mezzogiorno dell’8 aprile scorso.

EFFICIENZA ENERGETICA, DECARBONIZZAZIONE E NUOVI MESTIERI

Claudio Palmieri

L’autore, Energy Manager di Hera SpA, esamina le nuove esigenze delle imprese per innovare in coerenza con l’accelerazione delle politiche europee di decarbonizzazione. Efficiency First (o, come dicono gli Amici della Terra, #primalefficienza) si rivela una chiave di intervento indispensabile per trovare soluzioni – non solo tecnologiche - che abbiano un senso sia dal punto di vista energetico, sia ambientale, sia economico.

STRATEGIE ENERGETICHE NEL MONDO

Giovanni Brussato

Per le grandi potenze del mondo, il criterio della sicurezza energetica prevale rispetto alla preoccupazione per il clima globale. L’autore spiega perché l’autonomia nell’approvvigionamento delle materie prime e il controllo sulle filiere produttive delle nuove energie stanno diventando rapidamente i principali strumenti del potere mondiale