Oggi:

2024-07-23 10:38

Home

MATERIE PRIME CRITICHE

Monica Tommasi

Pubblichiamo il testo integrale dell’audizione informale della presidente degli Amici della Terra, tenuta il Roma, 2 luglio 2024 presso la X Commissione (Attività Produttive) della Camera dei deputati, nell’ambito dell’esame del decreto legge 84/2024 “Disposizioni urgenti sulle materie prime critiche di interesse strategico”.

EOLICO IN ALTA VALMARECCHIA

Dedicato a tutti quelli che si stupiscono della rivolta delle popolazioni coinvolte da megaprogetti eolici e fotovoltaici e che disprezzano o sottovalutano le proteste spontanee bollandole come espressioni di NIMBY. Pubblichiamo il testo integrale dell’ordine del giorno presentato dalla consigliera regionale Nadia Rossi e approvato all’unanimità dall’assemblea regionale dell’Emilia-Romagna l’11 giugno 2024 come esempio di buona politica “adulta”, capace di considerare l’insieme dei problemi ambientali di un territorio con competenza e correttezza. Osserviamo che, nonostante l’oggettivo interesse – anche politico- del caso in questione che oppone due Regioni contigue e normalmente schierate sullo stesso fronte, la notizia non è uscita dalle cronache locali.

IL NUOVO PNIEC

Chicco Testa

Già oggi, l’Italia non può più fare a meno del nucleare. Cioè della quota di energia nucleare che importiamo dalla Francia e che, nel 2023, ha toccato il record storico. Ma il nuovo Piano Energia e Clima continua a chiedere obiettivi irrealizzabili di rinnovabili e auto elettriche. Ripubblichiamo un editoriale dell’autore apparso su Il Foglio del 3 luglio ’24.

GENERAZIONE ELETTRICA

Giovanni Brussato

L’autore torna sul tema della sicurezza della rete elettrica e dell’adeguatezza della capacità di dispacciamento esaminando le possibili conseguenze della progressiva penetrazione di fonti rinnovabili elettriche intermittenti.

RIFLESSIONI SUL NUOVO ART.9

Giovanna Razzano*

Per i tipi di Editoriale Scientifica, è stato pubblicato il libro “Studi in memoria di Beniamino Caravita”, a cura di Luisa Cassetti, Federica Fabrizzi, Andrea Morrone, Federico Savastano, Alessandro Sterpa, a due anni dalla precoce scomparsa del noto costituzionalista. Il primo volume del libro è tutto dedicato all'ambiente, con una pluralità di posizioni. Fra i diversi contributi, l’Astrolabio propone il testo integrale dell’autrice che sostiene che la recente introduzione della tutela dell’ambiente in Costituzione “non può avere l’effetto di ridurre la tutela del paesaggio. Al contrario, la riforma ha in un certo senso riconsegnato al paesaggio la sua autonomia concettuale”.

PROGETTI COMPLEMENTARI AL PNRR

Mario Pileggi

Il progetto VeBs, complementare al PNRR, coinvolge quattro Regioni – capofila la Calabria- con lo scopo di migliorare la pianificazione e la gestione delle aree verdi (parchi e giardini) e blu (fiumi e specchi d’acqua) che possono influenzare positivamente il benessere e la salute dei cittadini. Pubblichiamo di seguito la relazione sulle caratteristiche territoriali e naturali della Calabria che l’autore, geologo ed esponente degli Amici della Terra, ha tenuto all’evento di presentazione del progetto, organizzato da Arpacal .

RECENSIONE

La trama del nuovo libro di A. Giorgio Salvatori evoca il rischio di attentati terroristici per combattere l’installazione di torri eoliche. Ma è solo un romanzo per gli amanti del genere thriller. Per fortuna, nella realtà, la lotta in difesa del paesaggio e della natura è condotta nel segno della trasparenza, della responsabilità, dei valori costituzionali.

RINNOVABILI E TERRITORIO

Francesco Gigliani*

Atteso da oltre due anni, in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto interministeriale su cui la Conferenza unificata del 7 giugno 2024 ha sancito la propria intesa delude sia le attese dei difensori del paesaggio che quelle dei rinnovabilisti per le sue contraddizioni che non servono a pianificare la localizzazione sul territorio degli impianti ad energia rinnovabile, non consentono una difesa certa del paesaggio e della biodiversità e, con ogni probabilità, aumenteranno il contenzioso nei tribunali amministrativi.

RECENSIONE

Alberto Cuppini

L’autore, nel recensire il nuovo libro di Giovanni Brussato "Cina, la nuova egemonia", coglie l'occasione per rivisitare le conseguenze delle politiche europee di "decarbonizzazione integrale" e le prospettive che attendono tali politiche dopo il voto alle elezioni europee. Lo stile e i contenuti sono quelli sferzanti e caustici della Rete della Resistenza sui Crinali, il portale di riferimento, da quasi venti anni, dei comitati che si battono contro i progetti di installazioni eoliche, in particolare sull'appennino tosco emiliano.

RINNOVABILI TERMICHE NEL PNIEC

Monica Tommasi

Il 29 maggio 2024, presso il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, si è tenuto un Workshop promosso dagli Amici della Terra e da Assoclima sul ruolo delle pompe di calore nel Piano Nazionale integrato Energia e Clima (PNIEC). Alla discussione hanno preso parte i rappresentanti delle associazioni d’impresa e dell’Enea, oltre ai dirigenti dei Ministeri competenti. Le presentazioni, i documenti e gli interventi sono consultabili qui. Di seguito pubblichiamo la relazione di Monica Tommasi con le proposte degli Amici della Terra per raggiungere gli obiettivi 2030 indicati dal PNIEC per le pompe di calore e per un deciso progresso nel campo dei consumi rinnovabili di calore.

RINNOVABILI

Fabio Modesti

L’Italia è stata deferita alla Corte di Giustizia UE per la mancata approvazione dei piani di gestione dello spazio marittimo. Il grande pericolo dell’anarchia nell’installazione di impianti eolici offshore

TRANSIZIONE ENERGETICA

Alessandro Clerici

L’autore sviluppa per l’Astrolabio l’articolo [0] pubblicato sul numero di maggio 2024 della rivista La Termotecnica, aggiungendo alcune considerazioni sulla tecnologia nucleare oggi disponibile, con vari reattori in funzione e costruzione, rispetto alle nuove tecnologie in fase di sviluppo o ricerca che hanno tempi più lunghi di possibili realizzazioni industriali tecnicamente ed economicamente provate. Sono inserite anche osservazioni sul possibile sviluppo del nucleare in Italia.

FONTI RINNOVABILI

Jacopo Giliberto

Questo articolo è apparso su Il Foglio del 24 maggio scorso. Lo ripubblichiamo integralmente perché mette in evidenza una notizia che non è stata diffusa adeguatamente dai maggiori mezzi di informazione sebbene illustri meglio di qualsiasi testo specialistico (o forse proprio per questo?) uno dei principali paradossi delle fonti rinnovabili: l’eccesso di produzione di elettricità… quando non serve. Alle considerazioni finali dell’autore, ne aggiungiamo una: nessuno potrà mai rimborsare la Sicilia dei paesaggi distrutti in modo così sconsiderato.

STATI GENERALI CONTRO EOLICO E FV A TERRA

Redazione

Hanno avuto avvio il 22 maggio 2024 gli Stati Generali contro l’eolico ed il fotovoltaico a terra promossi dalle associazioni ambientaliste che fanno parte di #CoalizioneArt9. L’iniziativa ha avuto pieno successo considerando che, in appena 20 giorni sono state raccolte quasi 500 adesioni, di cui 90 tra sindaci e amministratori locali e 120 tra Comitati, Associazioni culturali, imprenditoriali e Aziende agricole.

DECRETO LOLLOBRIGIDA

Francesco Gigliani

Le grandi proteste delle imprese che promuovono il fotovoltaico sui terreni agricoli e dei loro supporters non devono trarre in inganno: il decreto del Ministro dell’Agricoltura rappresenta (forse) un segnale politico che il fronte rinnovabilista non è più compatto ma non frena affatto l’invasione dei terreni agricoli, anzi garantisce nuovi sussidi alla loro trasformazione industriale. L’autore offre un’analisi approfondita dei nuovi provvedimenti che “regolano” gli impianti fotovoltaici e agrivoltaici.

Condividi contenuti