Oggi:

2021-06-21 02:10

Home

CONTRO FOTOVOLTAICO ED EOLICO SELVAGGI

#CoalizioneArticolo9

16 associazioni ambientaliste e culturali storiche (a cui ogni giorno si aggiungono nuove adesioni) hanno costituito la Coalizione Articolo 9, in difesa del paesaggio e della biodiversità. La Coalizione ha scritto al Parlamento per stralciare le norme autoritarie del decreto semplificazioni con cui il governo intende imporre 70 Gigawatt di eolico sui crinali e fotovoltaico nelle campagne.

POLEMICHE APOCALITTICHE E REALTA’

Antonio Gesualdi

L’autore, giornalista e responsabile dell’ufficio stampa del Consorzio Venezia Nuova durante l’Amministrazione commissariale Anac, ci spiega che il Mose ha funzionato, smentendo tutti i catastrofisti che lo hanno osteggiato, ma che la sfida per una sicurezza stabile della città e della laguna è ancora aperta e difficile da vincere: più ancora della buona ingegneria serve una politica alta. E trasparente.

GRANDI OPERE DI ADATTAMENTO

Redazione

Abbiamo raccolto alcune informazioni e immagini sulle caratteristiche tecniche del Mose, tratte dal sito del Consorzio Venezia Nuova

MINIERE DEL GREEN DEAL

Giovanni Brussato

La transizione ecologica dipenderà dalle compagnie minerarie tanto quanto l’attuale sistema dipende dall’approvvigionamento dei combustibili fossili. Ma le dimensioni fisiche e di impatto ambientale saranno molto diverse dalle attuali: come paragonare il Duomo di Milano a una gabbietta per gli uccellini. Quanto ne siamo consapevoli? Ripreso dalla Rete di Resistenza sui Crinali.

MOZIONE DI FORZA ITALIA SUL FOTOVOLTAICO A TERRA

Nella seduta della Camera dei Deputati di lunedì 7 giugno 2021, il deputato di Forza Italia Dario Bond, col sostegno del suo gruppo, ha depositato una mozione parlamentare che ha come oggetto principale il problema dell’occupazione dei suoli agricoli da parte degli impianti fotovoltaici ma che si sofferma sulle potenziali contraddizioni delle politiche agricole, ambientali, paesaggistiche con gli obiettivi 2030 di energia e clima. Dunque, il Parlamento non è una fortezza del pensiero unico e c’è ancora qualcuno che ha voglia di discutere e di trovare soluzioni. Pubblichiamo il testo integrale della mozione.

RISCHIO ALLUVIONI

Giovanni Barca e Marco Talluri

Il 4% del territorio del nostro Paese è a rischio elevato alluvioni. In esso vivono più di 2 milioni di persone e 600mila imprese. Il PNRR rileva questa problematica e prevede investimenti senza definire, tuttavia, una visione organica improntata alla prevenzione, programmazione e manutenzione. Si punta ancora sul rafforzamento delle strutture commissariali, senza individuare la necessaria governance condivisa di queste attività, che devono essere svolte tutti i giorni e non solo nelle emergenze.

SNPA A PARLAMENTO E GOVERNO

SNPA

Governo e Parlamento trascurano gli strumenti fondamentali per attuare politiche ambientali nonostante gli impegni presi col Green Deal: in tutto il PNRR non c’è una riga sul rafforzamento del Sistema delle Agenzie per l’ambiente (ma dovremmo parlare di mancato adeguamento persino ai normali compiti assegnati al SNPA dalla legge istitutiva). La situazione è talmente grave da aver costretto i responsabili del Sistema a rivolgere un appello alle istituzioni. Pubblichiamo il testo integrale del Comunicato. L’Astrolabio e gli Amici della Terra si associano all’Appello.

SEMPLIFICAZIONI E DEREGULATION

Rosa Filippini

Il decreto semplificazioni del Governo Draghi è ancora in bozza. Ma, è già chiaro che, dietro le migliori intenzioni, decreterà un delitto perfetto ai danni della sola legislazione di tutela. Sempre che il magistrale intervento del Presidente della Repubblica non serva in extremis a fermare la mano degli assassini.

IL PRIMA E IL DOPO DEI CRINALI CON L’EOLICO

Alberto Cuppini

Noi fummo come voi siete, voi sarete come noi siamo. Il memento mori urlato dallo straziato paesaggio dell’Irpinia orientale, nell’altopiano del Formicoso, è rivolto ai viandanti di tutto l'Appennino, su cui incombe la stessa iniqua, assurda, inevitabile condanna all'impalamento eolico. Dalla Rete di Resistenza dei Crinali, riprendiamo un articolo che, grazie a due straordinari filmati, ci consente un utile esercizio di confronto e un’amara riflessione sulla sorte del Mugello, che potrebbe essere la prossima vittima designata.

IL POLISILICIO CINESE PER IL FOTOVOLTAICO

Giovanni Brussato

Sembra proprio che il basso prezzo dei pannelli solari sia assicurato, in origine, dal lavoro degli schiavi Uiguri nello Xinjiang. Gli Stati Uniti di Biden stanno ponendo seriamente il problema, nonostante il dominio cinese del mercato del poli-silicio. In Europa, chi alimenta la fake-news che fotovoltaico ed eolico siano in grado di sostituire per intero i combustibili fossili tace anche sulla difesa dei diritti umani fondamentali. Questo articolo è apparso sul Blog Il Giornale.it, per iniziativa di Enrico Salvatori.

PALE EOLICHE IN SPAGNA

Fabio Modesti

In Spagna, nella Regione di Navarra, gli impianti eolici stanno compiendo una vera e propria mattanza di uccelli selvatici. Soprattutto di avvoltoi e di rapaci. Può essere questa perdita di biodiversità il prezzo da pagare alla transizione energetica?

PRODUZIONE E RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI

Marco Talluri

La disponibilità di dati certi e di qualità sui rifiuti, come su altri temi ambientali cruciali, è una necessità, non solo per garantire trasparenza alla filiera relativa, ma anche per rispondere alle normative europee in materia e tenere sotto controllo un processo che spesso risulta molto critico. Abbiamo proposto un nuovo sistema di raccolta dati in capo al SNPA. Ma è comunque molto utile valutare i dati attualmente disponibili.

NUCLEARE E TRANSIZIONE ENERGETICA

Rosa Filippini

L’impostazione emergenziale delle politiche energetico climatiche sta riaprendo la strada al nucleare. Saremmo più contenti se le scelte energetico climatiche fossero prese a partire da un confronto razionale, civile e prudente. Non per supposti obblighi fondati sul catastrofismo ideologico e dettati da interessi paradossalmente convergenti.

REATTORI SMR (SMALL MODULAR REACTORS)

Massimo Sepielli

L’autore, “fissionista” per convinzione e per professione, descrive per noi in modo semplice i nuovi reattori nucleari piccoli e modulari, cercando di spiegare perché piacciono e sono tanto di moda anche se, alla fine, sempre nucleare è (civile, naturalmente).