Oggi:

2024-05-24 14:59

Raccomandazioni UE per i piccoli dispositivi elettronici

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 6 ottobre la Commissione europea ha adottato una serie di raccomandazioni destinate agli Stati membri per aumentare e incentivare la restituzione di telefoni cellulari, tablet, computer portatili e relativi caricabatteria usati. L’obiettivo è quello di aiutare le autorità nazionali a migliorare e massimizzare i tassi di raccolta e successivo riutilizzo, riparazione, ricondizionamento e recupero di questi piccoli dispositivi elettronici.

Il tasso di raccolta di piccoli dispositivi elettronici nell’UE rimane basso (per i telefoni cellulari risulta essere inferiore al 5%), ma il recupero di questi dispositivi, ricchi di materiali preziosi, in particolare di materie prime critiche, è un elemento importante per il passaggio a un’economia circolare e il contributo alla sicurezza dell’approvvigionamento di materie prime ed energia critiche, migliorando l’autonomia strategica dell’UE.

Le misure individuate dalla Commissione includono: introdurre incentivi finanziari come sconti, buoni, sistemi di restituzione dei depositi o premi monetari; aumentare l’uso dei servizi postali per restituire telefoni cellulari, tablet e laptop usati e da rottamare, ad esempio fornendo buste o etichette prepagate ai consumatori per restituire i propri dispositivi; stabilire partenariati tra organizzazioni di riutilizzo e operatori di programmi di ritiro e definire obiettivi di riutilizzo e preparazione per il riutilizzo; aumentare la consapevolezza e migliorare la comodità e la visibilità dei punti di raccolta dove le persone possono restituire piccoli dispositivi elettronici.

In seguito alle Raccomandazioni della Commissione gli Stati membri sono invitati ad adottare azioni pertinenti per sostenere l’efficace attuazione della legislazione UE sui rifiuti delle apparecchiature elettriche ed elettroniche (Direttiva RAEE).