Oggi:

2022-07-06 21:00

Economia circolare: il pacchetto di proposte della Commissione Ue

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 30 marzo 2022 la Commissione europea ha presentato un pacchetto di proposte sull’economia circolare volte a promuovere modelli imprenditoriali circolari e responsabilizzare i consumatori nella transizione verde. Il pacchetto comprende una proposta di regolamento sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti, la Strategia sui prodotti tessili e una proposta di regolamento sui prodotti da costruzione.

La proposta di regolamento, che sostituirà la Direttiva 2019/125/CE, amplia il quadro di progettazione ecocompatibile esistente includendo una gamma più ampia di prodotti e introducendo ulteriori requisiti ai quali i prodotti devono conformarsi. I prodotti dovranno infatti avere caratteristiche di durevolezza, affidabilità e riutilizzabilità, dovranno essere aggiornabili e, in generale, più facili da mantenere, rinnovare e riciclare, ed efficienti sotto il profilo energetico e delle risorse.

La strategia dell'UE per i prodotti tessili sostenibili e circolari definisce una serie di azioni concrete volte a garantire, entro il 2030, una maggiore riciclabilità e durevolezza dei prodotti tessili immessi sul mercato dell'UE. Inoltre, i prodotti tessili dovranno essere realizzati il più possibile con fibre riciclate, privi di sostanze pericolose e prodotti nel rispetto dei diritti sociali e dell'ambiente. Nello specifico, le misure comprenderanno: requisiti di progettazione ecocompatibile dei tessili, un passaporto digitale dei prodotti, un regime di responsabilità estesa del produttore dell'UE, misure per contrastare il rilascio involontario di microplastiche dai tessili.

Infine, la proposta di regolamento sui prodotti da costruzione rafforzerà le norme in vigore dal 2011 e creerà un quadro armonizzato per valutare le prestazioni ambientali e climatiche dei prodotti da costruzione. I nuovi requisiti garantiranno che i prodotti da costruzione siano progettati e fabbricati per essere più durevoli, riparabili, riciclabili e più facili da rifabbricare.