Oggi:

2024-04-23 16:10

Gli orientamenti per infrastrutture “a prova di clima” in GU europea

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 16 settembre scorso è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea n. C 373/1 la comunicazione 2021/C 373/01 della Commissione europea contenente gli “Orientamenti tecnici sull’impermeabilizzazione climatica delle infrastrutture nel periodo 2021-2027”.

Il documento fornisce le linee guida per lo sviluppo di progetti infrastrutturali integrando misure di mitigazione e di adattamento ai cambiamenti climatici. Come si legge nella Comunicazione, il processo è suddiviso in due pilastri (mitigazione, adattamento) e due fasi (screening, analisi dettagliata).

Gli orientamenti contenuti nel documento soddisfano i requisiti stabiliti nella legislazione per diversi fondi dell’UE, in particolare InvestEU, il meccanismo per collegare l’Europa (MCE), il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il Fondo di coesione (FC) e il Fondo per una transizione giusta (JTF, Just Transition Fund).

Le linee guida servono inoltre alla quantificazione e alla monetizzazione delle emissioni di gas a effetto serra, che “rimangono la base per l’analisi costi-benefici e l’analisi delle opzioni” e comprendono una metodologia aggiornata per il calcolo dell’impronta di carbonio e una valutazione del costo ombra del carbonio che costituisce “la base per individuare, valutare e attuare le misure di adattamento ai cambiamenti climatici”.

Nel documento si sottolinea l’importanza di “documentare in modo specifico e credibile le pratiche e i processi di resa a prova di clima” perché tale documentazione e la successiva verifica sono criterio essenziale per le decisioni di investimento.