Oggi:

2018-04-22 23:41

Infrastrutture idriche, non avviati 888 interventi per un valore di 3,2 miliardi di euro

QUEL CHE C’È DA SAPERE

“Il quadro che emerge dall’analisi non è confortante. Infatti delle risorse pubbliche stanziate risultano ancora oggi 885 interventi avviati e non ancora conclusi, per un valore totale finanziato di 2,9 miliardi di euro, e anche 888 interventi neanche avviati, per un valore totale finanziato di 3,2 miliardi di euro, la maggior parte dei quali, 2,8 miliardi, destinati al Sud”. Lo ha affermato Mauro Grassi, responsabile della struttura di missione di Palazzo Chigi #italiasicura contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche, nel corso della presentazione del dossier “Sviluppo delle infrastrutture idriche - Investimenti pubblici nel servizio idrico integrato”.

Secondo Grassi, oltre alla riorganizzazione della governance del settore idrico, è necessario “affidare il servizio a gestori industriali capaci di garantire qualità del servizio ed economie di scala nel rispetto dell’importanza della risorsa acqua”

L’analisi dei tempi di attuazione, effettuata da #italiasicura sugli interventi conclusi, mostra come mediamente siano necessari 5 anni e 6 mesi per realizzare un investimento pubblico nel settore idrico, ai quali si aggiungono altri anni, oltre tre, per le lungaggini burocratiche legate all’iter per il finanziamento, da quando si decide di finanziare l’opera a quando inizia la progettazione.