Oggi:

2024-06-16 10:19

Emissioni CO2 veicoli pesanti: adozione definitiva del Consiglio UE

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 13 maggio il Consiglio europeo ha approvato definitivamente il Regolamento sulle norme in materia di emissioni di CO₂ dei veicoli pesanti, presentato dalla Commissione nel febbraio 2023 e su cui Parlamento e Consiglio europei avevano raggiunto un accordo a gennaio. Il provvedimento è stato adottato nonostante il voto contrario di Italia, Polonia e Slovacchia e l’astensione della Repubblica Ceca.

Il nuovo Regolamento mantiene l'attuale obiettivo per il 2025, che prevede una riduzione delle emissioni del 15% per gli autocarri pesanti che superano le 16 tonnellate, e fissa nuovi obiettivi a partire dal 2030: una riduzione delle emissioni del 45% a partire dal 2030 (valore aumentato rispetto al precedente 30%), del 65% a partire dal 2035 e del 90% a partire dal 2040.

Questi obiettivi si applicheranno agli autocarri medi, agli autocarri pesanti che superano le 7,5 tonnellate e ai pullman, oltre che ai corrispondenti veicoli professionali a partire dal 2035, mentre saranno esenti dagli obblighi i mezzi prodotti da piccole aziende e quelli utilizzati per l’estrazione mineraria, la silvicoltura, l’agricoltura e da forze armate e di polizia, vigili del fuoco, Protezione Civile e assistenza medica.

Per quanto riguarda invece gli autobus urbani, le nuove norme introducono un obiettivo di azzeramento delle emissioni entro il 2035, con un obiettivo intermedio del 90% al 2030. Gli autobus interurbani saranno esentati da tale obiettivo, in quanto saranno considerati come pullman ai fini della misurazione della riduzione delle emissioni.

È inoltre previsto che nel 2027 la Commissione riesamini l’efficacia e l’impatto del Regolamento e consideri la possibilità di elaborare una metodologia comune per la valutazione e la comunicazione dell'intero ciclo di vita delle emissioni di CO₂ dei veicoli pesanti nuovi.

Il Regolamento sarà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale europea, entrerà in vigore 20 giorni dopo e si applicherà dal 1 luglio.