Oggi:

2024-07-25 19:14

Per Natale, Regaliamoci un’Idrovora

EMILIA-ROMAGNA E GLI ALTRI TERRITORI ALLUVIONATI

di: 
Redazione

Suggeriamo un’idea per un regalo di Natale originale, significativo, consapevole, informato, sensibile, solidale, patriottico, prezioso, concreto, utile e resiliente.

Inviate un contributo per acquistare “un’idrovora per i territori”, il progetto di raccolta fondi di Assorisorse e Amici della Terra per dotare il Comune di Ravenna e la Protezione civile di una pompa ad alta capacità per la salvaguardia del territorio.

Scrivete ai vostri amici, dipendenti, familiari, colleghi. Dite loro che il regalo di Natale, quest’anno, lo avete destinato all’Italia e a ogni territorio che rischia di trovarsi in emergenza per un evento climatico straordinario. Consigliate loro di fare altrettanto collegandosi qui. È una buona idea per un Buon Natale.

(Dal sito del Comune di Ravenna). Nei difficili giorni che hanno segnato l’alluvione in Emilia-Romagna, Assorisorse e Amici della Terra hanno riunito la filiera industriale “Risorse, Energia e Infrastrutture” e organizzato una raccolta fondi, accogliendo fattivamente il messaggio di sensibilizzazione partito da Comune di Ravenna, Vigili del Fuoco e Protezione Civile, per dotare i territori di uno strumento altamente tecnologico, in grado di dare un supporto operativo, concreto e strutturale in caso di emergenze e calamità.

Il progetto “Un’idrovora per i territori” ha come obiettivo l’acquisto di una pompa innovativa ad alta capacità e carrellata, da mettere a disposizione per interventi d’emergenza in contesti regionali, nazionali ed europei.

L’iniziativa è caratterizzata da un ampio coinvolgimento delle imprese da parte delle diverse associazioni che lavorano a stretto contatto con i territori, in particolare ANIMA, ANIMP, Assoambiente, Confindustria Energia, Proxigas, ROCA e UNEM e, ad oggi, ha raccolto 140 mila euro da 29 realtà, tra aziende, associazioni e persone fisiche.

Ora, la raccolta continua ed è aperta a tutti coloro che desiderano partecipare al progetto. È possibile effettuare una donazione attraverso bonifico all’iban

IT49O0503403278000000003097, intestato a AMICI DELLA TERRA ONLUS, causale: «Idrovora per i territori».

“Nei drammatici giorni dell’alluvione – ha dichiarato il sindaco di Ravenna Michele de Pascale – ci siamo interrogati non solo su come gestire l’emergenza del momento, ma anche su come farci trovare pronti nell’eventualità di emergenze idrauliche future.

È stato fin da subito evidente che avere a disposizione impianti tecnologici di pompaggio all’avanguardia e poter contare su un diffuso sistema di solidarietà, di protezione civile anche di portata europea, fossero due aspetti centrali.

Lo dimostra l’apporto fondamentale che hanno dato le squadre di protezione venute da diversi paesi europei con mezzi di soccorso e idrovore di grande portata.

Poter disporre a nostra volta di un sistema di pompaggio altamente qualificato ed efficiente, da impiegare sul nostro territorio o da mettere a disposizione di altri territori italiani e stranieri, rappresenta un importante passo avanti per la struttura di protezione civile. Per questo, è nostra intenzione, una volta ricevuta questa donazione, di metterla a disposizione della competenza e della capacità del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

Ringrazio tutti i soggetti coinvolti, Assorisorse e Amici della Terra in primis, che hanno volentieri accolto la nostra sollecitazione e fin da ora ringrazio tutti coloro che vorranno contribuire a questo importante progetto”.

Stefano Maione, presidente di Assorisorse, ha ricordato che oltre al supporto dello stesso Comune di Ravenna, l’iniziativa coinvolge altre sette associazioni della filiera delle risorse, dell’energia e delle infrastrutture.

“L’acquisto di una idrovora mobile tecnologicamente avanzata - ha dichiarato Maione - che compreremo con i contributi già raccolti e con quelli che

arriveranno, mira a dotare il nostro Paese di un mezzo molto più potente di quelli attualmente disponibili. Con questa raccolta fondi, doneremo al Paese uno strumento di intervento, basato a Ravenna e affidato ai Vigili del Fuoco, che sarà a disposizione non solo dell’Emilia-Romagna, ma di tutta l’Italia e dell’Europa. Con l’auspicio che Ravenna possa diventare un riferimento nazionale e internazionale, non solo per la transizione energetica, ma anche per combattere le emergenze ambientali.”

“A maggio l’Emilia-Romagna, a novembre la Toscana. –  ha commentato la presidente di Amici della Terra Monica Tommasi – Purtroppo, non saranno questi gli ultimi eventi climatici eccezionali e, certamente, la cosa più importante per prevenire i danni a persone e cose, in tutta Italia, dovrà essere una strategia di adattamento e di prevenzione.

“Tuttavia, da molti anni ormai, l’Italia può vantare un apparato di protezione civile, soccorso e pronto intervento che si distingue per efficienza in Europa e nel mondo.

Questo patrimonio non deve essere sottovalutato. Anzi, va continuamente valorizzato, aggiornato, potenziato. Per questo siamo felici di organizzare questa iniziativa concreta insieme ad Assorisorse e al Sindaco di Ravenna per dotare i Vigili del Fuoco di uno strumento indispensabile come l’idrovora e disponibile in emergenza per tutti i territori soggetti a rischio alluvione.