Oggi:

2023-01-30 10:04

Carbonio alle frontiere: l’accordo del Consigio UE

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Il 13 dicembre il Consiglio europeo ha raggiunto un accordo sul Regolamento relativo al Meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere (CBAM), presentato dalla Commissione il 14 luglio 2021.

Il Regolamento, uno degli elementi chiave del pacchetto “Fit for 55%”, ha come obiettivo principale la prevenzione della delocalizzazione delle emissioni di CO2, evitando quindi che gli sforzi di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dell'UE siano neutralizzati dalle importazioni di prodotti fabbricati in paesi terzi, dove le politiche in materia di cambiamenti climatici sono meno ambiziose rispetto a quelle dell'Unione europea.

L’accordo raggiunto dal Consiglio prevede che il CBAM si applichi dal 1° ottobre 2023 per un periodo di prova iniziale, che riguarderà solo obblighi di dichiarazione per le importazioni nell’Unione europea di prodotti dei seguenti settori: ferro, acciaio, cemento, alluminio, fertilizzanti, elettricità ed idrogeno. Per evitare una doppia protezione delle industrie dell'UE, la durata del periodo di transizione e la piena introduzione graduale del CBAM saranno collegate alla graduale eliminazione delle quote gratuite nell'ambito del sistema ETS.

Ora Parlamento e Consiglio dovranno approvare formalmente l'accordo prima che la nuova legge possa entrare in vigore.