Oggi:

2022-07-06 21:20

Responsabilità ambientale: aperta consultazione Ue sulla Direttiva

QUEL CHE C'È DA SAPERE

La Commissione europea ha lanciato il 12 maggio una consultazione pubblica aperta nell'ambito della valutazione della Direttiva 2004/35/Ce sulla responsabilità ambientale.

La raccolta dei contributi, inviabili entro il 4 agosto, ha lo scopo di aggiornare l’applicazione del principio “chi inquina paga”, il quale implica che un’azienda che provoca un danno ambientale ne è responsabile e deve farsi carico di intraprendere le necessarie azioni di prevenzione o di riparazione e di sostenere tutti i costi relativi.

L’aggiornamento terrà conto delle opinioni confluite dalla consultazione pubblica, della Risoluzione del Parlamento europeo, del 20 maggio 2021 sulla responsabilità delle imprese per danno ambientale, della Relazione speciale della Corte dei conti europea 12/2021, che aveva evidenziato le lacune nell’applicazione della Direttiva, e dei risultati della prima valutazione della Direttiva del 2016 in cui si riconosce che, sebbene la direttiva non sia perfetta e ci sono ampli margini di miglioramento, ha comunque avuto una certa efficacia nella riparazione dei danni ambientali e nell’incentivazione alla prevenzione.