Oggi:

2021-02-27 13:10

L’Agenzia Europea per l’ambiente ha studiato il fenomeno dell’inquinamento acustico in Europa e le sue ripercussioni sulla salute

QUEL CHE C'È DA SAPERE

L’Agenzia Europea per l’ambiente ha recentemente valutato i rischi per la salute dovuti all’inquinamento acustico in Europa nel briefing “Healt risks caused by enviromental noise in Europe” con il quale sono stati individuati tre indicatori per misurare, monitorare e comunicare tali impatti che saranno utilizzati per sviluppare obiettivi futuri per la riduzione degli impatti del rumore sulla salute.

I dati del briefing confermano quanto già emerso dal rapporto dell’EEA del giugno 2020, “L’inquinamento acustico in Europa 2020”: l'esposizione al rumore ha un impatto importante sul benessere fisico e mentale delle persone.

In Europa, infatti, circa 113 milioni di persone sono esposte a livelli nocivi di inquinamento acustico ambientale, l’esposizione a lungo termine al rumore ambientale provoca ogni anno 48.000 casi di malattie cardiache e 12.000 le morti premature, inoltre 22 milioni di persone soffrono di forti disturbi e 6,5 milioni di disturbi del sonno cronici.