Oggi:

2020-05-25 05:53

Ue, stabile la quantità per persona dei rifiuti urbani, aumentano riciclo e compostaggio

QUEL CHE C'È DA SAPERE

Nel 2018, nell’Unione europea sono stati prodotti 492 kg di rifiuti urbani per persona, pressoché stabili rispetto al 2017 (490 kg) e in calo del 5% rispetto al picco di 518 kg per persona registrato nel 2008

In totale, nel 2018 nell'Ue sono stati prodotte 220 milioni di tonnellate di rifiuti urbani, contro i 218 milioni di tonnellate del 2017 e i 227 milioni di tonnellate del 2008. Lo indicano i dati forniti da Eurostat.

Il paese con la maggior quantità di rifiuti per persona nel 2018 è la Danimarca con 766 kg, seguita da Malta (640 kg), Cipro (637 kg; dati 2017), Germania (615 kg) e Lussemburgo (610 kg).

All'altra estremità della scala, il paese che ha prodotto minor rifiuti per persona nel 2018 è la Romania con 272 kg, seguita da Polonia (329 kg), Repubblica Ceca (351 kg) e Ungheria (381 kg).

L’Italia si pone poco sopra la media europea con 499 kg per persona nel 2018, in aumento rispetto ai 488 kg del 2017 e pressoché stabile rispetto ai 497 del 2016.

Per quanto riguarda i rifiuti urbani riciclati, nel 2018 è stato raggiunto un nuovo massimo sia per il riciclaggio dei materiali che per il compostaggio. Il riciclaggio dei materiali è salito a 67 milioni di tonnellate, corrispondenti a 150 kg per persona (147 kg nel 2017), mentre il compostaggio ha raggiunto i 37 milioni di tonnellate, corrispondenti a 84 kg per persona, contro gli 81 kg del 2017.