Oggi:

2019-03-23 11:42

Altre 13 discariche abusive escono dalla sentenza di condanna Ue

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Altri 13 siti escono dalla lista delle discariche abusive per le quali l’Italia è stata condannata a pagare, in seguito della sentenza della Corte di giustizia europea del 2 dicembre 2014, una sanzione forfettaria di circa 40 milioni di euro e una penalità semestrale di 42,8 milioni di euro, per la mancata esecuzione della sentenza di condanna del 26 aprile 2007 da parte delle amministrazioni comunali e regionali, all’interno del cui territorio ricadono le discariche non in regola con la direttiva rifiuti.

Con l’uscita dalla sanzione di queste ulteriori 13 discariche, quelle ancora oggetto della sentenza di condanna dell’Italia sono scese a 55 e la sanzione semestrale si abbassa a 11.600.000. Lo ha comunicato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Simone Valente (M5S), rispondendo in commissione ambiente della Camera a un’interrogazione di Chiara Braga (Pd).

Come risulta dal sito del ministero dell’Ambiente, delle 55 discariche abusive ancora oggetto della condanna 19 sono in Calabria, 7 in Abruzzo e in Campania, 6 in Puglia, 5 in Sicilia, Lazio e Veneto, una nelle Marche.