Oggi:

2018-06-23 04:06

Rifiuti, l’Istat inizia la pubblicazione degli indici dei costi di gestione

QUEL CHE C’È DA SAPERE

A partire da maggio l’Istat ha avviato la pubblicazione, con cadenza annuale, di indici dei costi di gestione dei rifiuti, che si riferiscono alle attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti e al recupero dei materiali.

I nuovi indici misurano l’andamento nel tempo dei costi di produzione delle attività di gestione dei rifiuti, con riferimento all’acquisto di beni e servizi, al costo del personale dipendente e al costo d’uso del capitale.

Nella struttura di ponderazione delle diverse componenti dell’indice complessivo, i costi per acquisto di beni e servizi rappresentano circa il 67% del peso totale, il costo del personale circa il 24% e i costi di utilizzo del capitale circa il 9%.

I primi dati pubblicati indicano che tra il 2010 e il 2017 l’indice di costo della gestione dei rifiuti è aumentato del 16,3%, trainato dagli acquisti di beni e servizi (+22,1%), a fronte di andamenti più contenuti per le spese del personale (+6,7%) e del costo d’uso del capitale (+1,3%).

Rispetto ai due sotto-settori economici che compongono l'indice totale (raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti il primo, recupero dei materiali il secondo), l'andamento dei costi si dimostra sostanzialmente simile, ad eccezione di un più accentuato incremento nel settore del recupero di materiali nell'ultimo anno.