Oggi:

2018-07-20 01:11

Via libera della Camera al Testo unico in materia di foreste

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Le commissioni ambiente e agricoltura della Camera hanno espresso i propri pareri sullo schema di decreto legislativo sulla revisione e armonizzazione della normativa nazionale in materia di foreste e filiere forestali, che riordina in un testo unico la normativa nazionale in materia. Il Senato, invece, ha deciso di non esaminare il testo proposto dal governo, che quindi passa ora al Consiglio dei ministri per la definitiva approvazione.

Il parere favorevole delle commissioni della Camera contiene ventinove condizioni e quattro osservazioni, il cui senso è così riassunto dal co-relatore del provvedimento, Enrico Borghi: (Pd): “Siamo ad una svolta, concettuale e pratica, della forestazione in Italia. Passa agli archivi una concezione datata, che immagina il bosco come qualcosa da lasciare inselvatichire in una dimensione selvaggia e abbandonata a se stessa. Al contrario, con questa legge affermiamo l’esigenza della promozione e della tutela dell’economia forestale, dell’economia montana e delle rispettive filiere produttive nonché lo sviluppo delle attività agro-silvo-pastorali attraverso la protezione e il razionale utilizzo del suolo e il recupero produttivo delle proprietà fondiarie frammentate e dei terreni incolti o abbandonati. Sono cose che in Italia, e nelle montagne in particolare, si attendevano da decenni, e ora diventano legge. Una legge che introduce nella pratica per la prima volta il pagamento dei servizi eco sistemici, finalizzando così l’importante lavoro fatto proprio dalla commissione ambiente della Camera nel collegato ambientale in questa legislatura”.