Oggi:

2017-07-22 12:41

Nuove etichette di efficienza energetica, via libera del Parlamento Europeo

QUEL CHE C’È DA SAPERE

Il Parlamento europeo ha approvato con 535 voti favorevoli, 46 contrari e 79 astensioni, la proposta di regolamento della Commissione Ue per un nuovo sistema di etichettatura energetica, emendandola in alcune parti e recependo così l’accordo raggiunto tra Commissione, Parlamento e Consiglio. La scelta di procedere con un regolamento, che prevede l’abrogazione dell’attuale direttiva 2010/30, è motivato dal fatto che in questo modo si assicura un’applicazione omogenea della nuova normativa in tutti i paesi, senza necessità di recepimento a livello nazionale.

Attualmente vengono utilizzate diverse scale, come quella che va da A a G e quella da A+++ a D, il che provoca una situazione di confusione tra i consumatori. Ad esempio, molti ritengono che la classificazione A+ sia la migliore mentre, in alcuni casi, è applicata ai prodotti meno efficienti. Inoltre, come spiegato nella relazione del Parlamento europeo, il sistema di etichettatura energetica in vigore è diventato opaco e in una certa misura ha perso significato, soprattutto a causa del numero eccessivo di prodotti situati nelle classi di efficienza energetica più elevate e della diversificazione di tali classi superiori, il che finisce chiaramente per confondere i consumatori.

La nuova scala va da A a G e i consumatori dovrebbero trovare nei negozi le nuove etichette di rating, senza le indicazioni "+" ("A + / A ++ / etc."), non prima della fine del 2019. Per tenere il passo con i miglioramenti tecnologici sull'efficienza energetica, ogni volta che il 30% dei prodotti venduti sul mercato dell'Ue rientrerà nella classe A o quando il 50% dei prodotti rientrerà nelle prime due classi di efficienza energetica, A e B, la scala sarà aggiornata.

Insieme alle nuove etichette, nascerà un database in open data, a cui sarà possibile collegarsi direttamente attraverso il cellulare e che consentirà anche di sviluppare applicazioni per smartphone, che permetteranno a cittadini e imprese di fare confronti immediati fra diversi modelli e di scegliere quello che offre il miglior risultato.