Oggi:

2017-08-17 21:26

Proposte della Commissione Ue per semplificare e migliorare la rendicontazione ambientale

QUEL CHE C’È DA SAPERE

La Commissione europea ha adottato un piano d’azione per semplificare la rendicontazione ambientale e migliorare la qualità delle informazioni fornite ai cittadini. Il documento della Commissione, intitolato Azioni per la razionalizzazione delle comunicazioni in materia di ambiente, osserva che alcune relazioni ambientali, come quella annuale sulle acque  di balneazione, suscitano grande interesse, mentre  altre passano perlopiù inosservate dal grande pubblico, anche se sono importanti per verificare l’effettiva applicazione della legislazione dell’Unione europea.

La Commissione Ue osserva che “la comunicazione comporta però costi per gli Stati membri e le imprese: occorre dunque trovare un equilibrio tra l’esigenza di fornire informazioni più affidabili e i costi che ne derivano. Per questo motivo nel maggio del 2015, con il pacchetto «Legiferare meglio», è stato avviato un ampio riesame degli obblighi di comunicazione, anche nel settore ambiente, sotto forma di un controllo dell’adeguatezza in materia di comunicazione e controllo regolamentare. La presente relazione illustra il piano d’azione necessario al fine di garantire che la legislazione ambientale dell’Ue consegua gli effetti desiderati sul campo. L’obiettivo è quello di informare meglio l’opinione pubblica europea sui risultati ottenuti e allo stesso tempo semplificare gli oneri di comunicazione a carico delle amministrazioni e delle imprese a livello nazionale”.

Secondo la Commissione Ue, “la maggior parte degli obblighi di comunicazione sono ampiamente adeguati allo scopo”, ma è necessario intervenire in cinque settori:

1. ottenere informazioni giuste, nel formato giusto e al momento giusto;

2. razionalizzare il processo di comunicazione;

3. promuovere una diffusione attiva delle informazioni ambientali a livello europeo e nazionale;

4. sfruttare altre fonti di dati e approcci alternativi, a complemento delle comunicazioni ambientali;

5. migliorare la coerenza e la cooperazione.

La Commissione presenta dieci azioni e propone di dare maggior ruolo e sostegno finanziario all'Agenzia europea dell'ambiente, affinché possa fornire assistenza nell’attuazione di questo tipo di approccio, basandosi su esperienze, strumenti e processi già presenti a livello dell'Agenzia.